Vi state chiedendo se esistono dei cibi che non scadono mai? La risposta è affermativa e noi di Todis ve ne abbiamo individuati ben dodici!

Con la corretta conservazione, diversi alimenti possono rimanere commestibili anche dopo molto tempo dalla data di scadenza, riducendo così la quantità di spreco alimentare. Per questo motivo, è fondamentale saperli riconoscere imparando a leggere in modo corretto l’etichetta alimentare.

Facciamo subito una distinzione tra le diciture “da consumare entro” e “da consumarsi preferibilmente entro”. La differenza è molto sottile. L’utilizzo della dicitura “da consumare entro” indica che, dopo la data riportata sulla confezione, il prodotto potrebbe subire alterazioni e quindi diventare pericoloso per la nostra salute. Se, invece, viene scritto sulla confezione “da consumarsi preferibilmente entro” è perché il prodotto può essere consumato ancora per diverso tempo anche dopo la data riportata ma, passato questo termine, potrebbe subire delle alterazioni nelle sue caratteristiche organolettiche, che non nuocciono alla salute.

Tutto dipende anche dalla modalità di conservazione, per questo motivo è importante sempre seguire quanto riportato sulle etichette alimentari.

Ma adesso scopriamo insieme quei dodici cibi che non scadono mai!

LA PASTA

cibi che non scadono mai: pasta

La pasta secca di per sé ha una durata piuttosto lunga che si aggira tra i ventiquattro e i trentasei mesi, ma in realtà può essere consumata anche molto dopo la scadenza (addirittura anni dopo!) se è stata conservata in modo corretto, ovvero in un luogo asciutto e lontano da fonti di calore. Ciò avviene perché, essendo un prodotto secco, la pasta ha una percentuale di umidità molto bassa e quindi, di fatto, non ha una carica microbica.

IL RISO

cibi che non scadono mai: riso

Anche il riso, come la pasta, se conservato in maniera corretta può durare diversi anni. Il formarsi di piccoli insetti o delle più comuni farfalline non dipende dalla data di scadenza ma semplicemente da una conservazione non idonea, come una chiusura ermetica difettosa.

IL FARRO E L’ORZO

cibi che non scadono mai: farro e orzo

Il farro, essendo anche questo alimento di base secco, ha bassissima umidità pertanto la possibilità di rovinarsi dopo la data di scadenza riportata sull’etichetta è piuttosto bassa. Può durare tranquillamente tanti anni, l’importante è conservarlo nel modo giusto.
L’orzo essiccato è uno di quegli alimenti che non scadono mai. Come per gli altri cibi citati, anche per il farro valgono le stesse regole di conservazione: una volta aperta la confezione, meglio travasare la parte rimanente in un contenitore con chiusura ermetica perfettamente pulito.

I LEGUMI SECCHI

cibi che non scadono mai: legumi

Tra i cibi che non scadono mai possiamo inserire anche i legumi secchi che, essendo privi di acqua, non sviluppano alcun tipo di carica microbica. L’unica cosa da ricordare è che, se vengono cucinati dopo tanto tempo, è necessario tenerli in ammollo in una ciotola di acqua per un tempo più lungo rispetto a quello indicato sulla confezione, in modo da farli idratare di nuovo completamente.

IL TONNO IN SCATOLA

cibi che non scadono mai: tonno

Il tonno in scatola è un altro di quei cibi dalla conservazione davvero lunga che, anche dopo la data di scadenza riportata sulla confezione, può essere lo stesso consumato poiché rimane commestibile per diversi mesi. Ciò avviene perché nel momento in cui il tonno viene inscatolato, viene tolto completamente l’ossigeno dall’interno della confezione e senza di questo i batteri non possono proliferare.

IL SALE

sale

Il sale è, di fatto, un conservante naturale. Praticamente non ha data di scadenza, ma per farlo durare a lungo è necessario che non prenda umidità. Per evitare che quando cuciniamo l’umidità che si sprigiona con la cottura dei venga assorbita dal nostro sale, basterà riporlo in una confezione ermetica.

LO ZUCCHERO

zucchero

Anche lo zucchero, come il sale, è un conservante naturale e ha la stessa capacità di eliminare l’acqua dagli alimenti. Questo fattore comporta che non c’è alcuna possibilità di proliferazione da parte di muffe e batteri.

IL CAFFE’

caffè

Il caffè in polvere macinato può durare circa due anni di per sè, ma se correttamente conservato nella confezione originale e non aperta, si può utilizzare anche fino a un anno dopo la data di scadenza riportata. Questo perché le confezioni di caffè sono sottovuoto e la mancanza di ossigeno evitare il proliferare di batteri.

L’ACETO

aceto

L’aceto è un liquido piuttosto acido che nasce dall’azione di una particolare tipologia di batteri che evita a sua volta il moltiplicarsi di altre tipologie. Pertanto, l’aceto è uno di quei cibi che non scade mai.

IL MIELE

miele

Il miele è ricco di sostanze antibiotiche naturali che impediscono la proliferazione batterica. Nel tempo potrebbe cambiare di consistenza, diventando più liquido o più solido, ma non diventa mai dannoso per la salute. È pertanto un alimento che non scade mai.

IL CIOCCOLATO FONDENTE

cioccolato

Anche il cioccolato fondente fa parte di quei cibi che non si rovinano con il passare del tempo se conservato in maniera corretta. Grazie alle sue naturali proprietà, può essere mangiato anche a distanza di anni dalla data riportata sulla confezione. L’unica cosa che cambierà sarà il suo gusto: le note aromatiche diminuiranno tanto.

TAG: Ricette

Condividi su