Supermercati Todis – Media Room – Rassegna Stampa

Media Room

Lino Banfi lancia il “GrembiuLino”, la ricetta che conquista i social di Todis

Lino Banfi sempre più sotto i riflettori in questa estate italiana: dopo le dediche arrivate dagli azzurri all’indomani della vittoria a Euro 2021, ecco giungere il momento polemica: il tormentone “porca put***na”, con forte accento barese, legato a un recente spot, legato al mondo della telefonia, che ha visto l’attore nelle vesti di testimonial, non è piaciuto al Movimento Italiano Genitori, con conseguente denuncia all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria e al Comitato TV Minori.

Continua a leggere >

La IV gamma torna in pista

L’emergenza sanitaria ancora in corso ha messo alla prova il comparto, che ha registrato delle perdite; oggi però, con la ripartenza delle attività, i dati confermano una certa ripresa.
Il 2020 è stato un anno difficile per la IV gamma, che ha chiuso con un -7%a valore (814 milioni di euro) e
un -4,5% a volume (fonte: Nielsen). Le premesse per il 2021 sono però incoraggianti. In controtendenza è anche il dato 2020 di Todis: qui la IV gamma ha registrato un +5% rispetto al 2019.

Continua a leggere >

 

Il digitale utile che aiuta nel fisico

L’introduzione a livello di test, dei chioschi multimediali per la gestione dei pagamenti extra spesa all’interno di store è l’occasione per fare il punto sulla strategia di trasformazione digitale di Todis, l’insegna di proprietà di Pac 2000A(Conad), con una rete di circa 260 pdv nel centro sud Italia, che si fonda principalmente su un assortimento composto da private label, circa il 60%, ma con un’attenzione alla gestione dei reparti freschi e freschissimi simile a quello di un supermercato tradizionale, “non a caso ci definiscono il Decathlon dell’alimentare, dice Massimo Lucentini, managing director di Todis.

Continua a leggere >

Il totem digitale per i pagamenti

L’introduzione, a livello di test, dei chioschi multimediali per la gestione dei pagamenti extra spesa all’interno di due punti di vendita è l’occasione per fare il punto sulla strategia di trasformazione digitale di Todis, l’insegna “soft discount” con circa 260 punti di vendita nel centro sud Italia, appartenente al mondo Conad, che si fonda principalmente su un assortimento composto da private label, circa il 60%, ma con un’attenzione alla gestione dei reparti freschi e freschissimi simile a quello di un supermercato tradizionale, “non a caso ci definiscono il Decathlon dell’alimentare”, dice Massimo Lucentini, managing director di Todis.

Continua a leggere >

Il totem per i pagamenti, un passo nella trasformazione digitale di Todis

L’introduzione, a livello di test, dei chioschi multimediali per la gestione dei pagamenti extra spesa all’interno di due punti di vendita è l’occasione per fare il punto sulla strategia di trasformazione digitale di Todis, l’insegna “soft discount” con circa 260 punti di vendita nel centro sud Italia, appartenente al mondo Conad, che si fonda principalmente su un assortimento composto da private label, circa il 60%, ma con un’attenzione alla gestione dei reparti freschi e freschissimi simile a quello di un supermercato tradizionale, “non a caso ci definiscono il Decathlon dell’alimentare”, dice Massimo Lucentini, managing director di Todis.

Continua a leggere >

La “tampon tax” in Italia

Nel 2019 la Camera dei deputati ha approvato un emendamento al decreto fiscale che ha abbassato l’Iva dal 22 al 5 per cento, ma solo per gli assorbenti biodegradabili e compostabili. L’ultima legge di Bilancio, invece, ha confermato anche per tutto il 2021 l’Iva al 22% su tutte le altre tipologie di assorbenti (le più usate) nonostante il seguito che ha avuto la petizione lanciata si Change da Onda Rosa che chiedeva, non già di eliminare, ma di abbassare al 5% l’aliquota. Restano, invece, ferme le iniziative di singole catene commerciali private che di tanto in tanto, per non abbassare la guardia sull’argomento, lanciano iniziative di riduzioni dell’Iva per periodi di tempo limitati, come hanno fatto Coop e Todis lo scorso marzo in occasione della festa della donna.

Continua a leggere >

Gianluca vince il concorso La Cucina di Lino

Chieti. Gianluca Ciuccio è un 27enne ed è originario di un piccolo paese del Cilento che si chiama Monte Cicerale (SA). Per ragioni universitarie vive ormai da anni a Chieti, laureato in Scienze e Tecniche Psicologiche presso l’Università Gabriele D’annunzio, sta proseguendo gli studi di specialistica in Psicologia Sociale, del Lavoro e delle Organizzazioni.

Continua a leggere >

Todis, la prossimità è monomarca

Si vocifera di novità in casa Todis, ma il riserbo dell’insegna, attiva in 11 regioni del Centro-Sud Italia, è ancora totale. Di certo si sa che è nelle intenzioni incrementare la presenza in particolare nei centri urbani, presidiando il contesto di Napoli, con la sua area metropolitana, oltre che quelli di Palermo e Bari. Un piano che fa seguito all’ottimo posizionamento ottenuto in regioni come Umbria, Lazio e Abruzzo, dove Todis si colloca tra i primi tre operatori del mercato. E lo fa grazie a una formula che sta tra il supermercato di prossimità  e il discount, basata su un assortimento impostato sulla marca del distributore: circa 2mila referenze, che incidono per il 75% sul fatturato, mentre la percentuale restante è frutto quasi completamente di marchi in esclusiva o di fantasia. Secondo quanto dichiarato dall’azienda, questo approccio consente di far risparmiare il 30% rispetto a un normale supermercato. Un messaggio veicolato dal claim ‘Buongiorno convenienza’.

Continua a leggere >

PASTA DI SEMOLA

La categoria pasta di semola secca ha chiuso il 2020 con circa un +18% a valore, con un’incidenza promo intorno al 10 per cento. “Questi dati confermano il successo del nostro concept innovativo, un unicum nel mercato italiano, di supermercato monomarca in grado di garantire un eccellente rapporto qualità-prezzo con un risparmio di oltre il 30% rispetto a un supermercato tradizionale”, sottolinea Francesco luculano, Responsabile Commerciale Todis.

Continua a leggere >