Oggi, 22 aprile 2021, si celebra il 51° Anniversario della Giornata Mondiale della Terra. Manifestazione che ogni anno raccoglie 1 miliardo di partecipanti in tutto il mondo. Una tappa fondamentale della nostra civiltà, per dare tutti un piccolo contributo al nostro pianeta, cercando di essere più responsabili.

Quando nasce la Giornata Mondiale della Terra?

La giornata mondiale della terra si celebra, come previsto dalle Nazioni Unite, ogni anno un mese e due giorni dopo l’equinozio di primavera. Ossia il 22 aprile.

La giornata mondiale della terra è una manifestazione nata oltre 50 anni fa. Nel 1970 infatti viene istituita questa giornata con lo scopo di sensibilizzare il mondo rispetto all’importanza della conservazione delle risorse naturali della terra. Ciò nonostante è solo negli ultimi anni che questa giornata ha scritto la sua storia, riuscendo a mobilitare oltre un miliardo di persone nei 193 Paesi dell’ONU coinvolti.

Oggi, la giornata mondiale della terra è diventata un importante e necessario strumento di richiamo alla tutela del Pianeta in tutte le culture e per tutte le generazioni, specie per quelle più giovani.

Ogni anno la giornata mondiale della terra seleziona un tema da rappresentare. Il 2021 ha scelto il “Restoure Our Earth” cercando di sensibilizzare verso il “riparare” i il “riabilitare” il Pianeta dai danni già provocati e subiti. Capiamo bene dal corrente tema che lo scopo non è solo quello di sensibilizzare sulla necessità di ridurre l’impatto ambienta ma l’obiettivo è anche riparare. Perché i danni non sono potenziali e futuri. Sono reali e presenti e anzi, già passati in quanto compiuti. Salvare la terra e salvaguardare l’ambiente non è più una mera opinione personale. È una necessità impellente e contingente.

Giornata Mondiale della Terra: cosa possiamo fare tutti i giorni per il pianeta?

La giornata mondiale della terra è importante anche per ricordarci come i nostri comportamenti siano determinanti per le sorti del pianeta. Non solo grandi azioni ma anche e soprattutto i piccoli gesti quotidiani sono quelli che fanno la differenza. E la fanno realmente, nel concreto e nel presente. Non solo in un futuro ipotetico.

Viviamo in una società abituata ad andare veloce e godere di tutte le comodità senza troppo pensare alle conseguenze o all’impatto che queste possano avere nel circostante. Oggi, però, il progresso è andato oltre e non dobbiamo stravolgere le nostre vite per voler bene al pianeta. Quello che ci è richiesto è di guardare il mondo con occhi diversi, cambiando la percezione delle cose, quelle che facciamo tutti i giorni, in automatico e senza pensarci troppo. Condurre uno stile di vita che sia il più possibile sostenibile è oggi un obiettivo che riguarda tutti. Il termine “Sostenibilità” indica infatti una condizione di sviluppo che sia in grado di soddisfare i bisogni della generazione presente, senza però ledere la possibilità delle generazioni future di fare lo stesso. Ma cosa possiamo fare tutti i giorni per il pianeta? Cerchiamo di mettere insieme alcuni consigli facili e veloci per voler bene al pianeta.

Per la tua spesa cerchi qualità senza rinunciare alla convenienza? Scopri i Marchi di Todis!

La Giornata Mondiale della Terra per una quotidianità sostenibile: piccole azioni, grandi cambiamenti.

Le cose che possiamo fare sono tante e richiedono uno sforzo davvero minimo rispetto ai vantaggi e i benefici che le stesse apportano in termini di sostenibilità.

  • Stacca le prese che non usi!

Quando non stai caricando il telefonino, il computer o qualsiasi cosa richieda una batteria… ricordati di staccare sempre le prese inutilizzate! Gli apparecchi consumano anche quando non servono: gli apparecchi in stanby collegati ad un ciabatta consumano anche da spenti.

  • Scegli lampadine a basso consumo.

Le lampadine a basso consumo, oltre a consumare poco durano molto di più. Preferiscile a quelle normali, ne trarrà beneficio anche il tuo portafoglio. E soprattutto, ricordati di spegnere le luci quando lasci una stanza.

  • Non sprecare l’acqua.

Hai mai pensato ad un riduttore di flusso ai rubinetti dell’acqua? Ti aiuterebbe ad evitare sprechi.

  • Ricicla, ricicla e ancora ricicla.

É importante rispettare la norme sulla raccolta dei rifiuti della propria città, inoltre cerca di non buttare via oggetti che possono essere riutilizzati. Libera la tua creatività per restituire ai vecchi oggetti una nuova vita.

  • Andiamo in bici!

L’inquinamento causato dai mezzi di trasporto è tra le principali minacce all’equilibrio ecologico. Scegli soluzioni alternative! Una bella pedalata, oltre a fare bene all’ambiente, ti aiuterà anche a mantenerti in forma.

  • Meno plastica.

Oggi, si stima che via siano più di 150 milioni di tonnellate di plastica nei mari del nostro pianeta. Se non riesci ad usarne meno, opta per delle soluzioni Eco-Friendly. Eliminare gli oggetti in plastica, senza dover rinunciare alla comodità del monouso, rientra infatti tra le grandi sfide contemporanee. Oggi sono moltissimi i marchi che propongono monouso in plastica “green”: completamente biodegradabili, prodotti in fibra vegetale compostabile di alta qualità e con un packaging interamente riciclabile. Per continuare ad avere tutta la comodità del monouso senza rinunciare al rispetto dell’ambiente.

Non ti resta che mettere in pratica i nostri consigli, perché il futuro è nelle nostre mani.

Se ti è piaciuto questo articolo, leggi anche:

 

 

Condividi su