L’arista di maiale al forno è un arrosto tipico toscano, dalle origini antiche, risalenti al ‘400.
Si narra che l’arista debba il suo nome al commento entusiasta “aristos!” (il migliore) detto dai vescovi greci a cui fu servito l’arrosto di lombata di maiale durante il concilio Ecumenico. Non conoscendo il greco, i fiorentini credettero semplicemente era così che i bizantini definivano quel taglio di carne, e continuarono così a ripetere anche loro quell’aggettivo sconosciuto fino a trasformarlo in un nome ben preciso. Ancora oggi con quella parola greca si continua in Toscana ad indicare la schiena del maiale fatta arrosto.

Ad oggi l’arista di maiale è uno dei secondi piatti preferito dagli italiani, ideale per un pranzo di famiglia o con ospiti, ma anche a cena potrebbe essere un ottimo spunto.

Questo piatto può essere preparato in diverse varianti. Lo si può infatti condire con semplice olio e rosmarino, oppure si potrebbe servire insieme a della frutta (un esempio famoso è l’arista di maiale con il sidro di mele oppure l’arista di maiale all’uva).

Preparare questo piatto è molto facile, l’importante è porre molta attenzione durante la cottura, poiché la carne di maiale deve essere servita solo se ben cotta, mai al sangue.

Come preparare l’arista di maiale

INGREDIENTI

1 kg circa di arista di maiale
1 rametto di rosmarino
30 g di burro Colle Maggio
3 cucchiai d’olio il Saggio Olivo
1 bicchiere di vino bianco secco
Sale q.b
Pepe q.b.

PREPARAZIONE

Per preparare una perfetta arista, iniziate scaldando in una padella l’arista insieme al burro, l’olio, il rametto di rosmarino e lasciate insaporire per circa cinque-dieci minuti.

Quando l’arista sarà ben colorita da ogni parte, spruzzate un po’ di vino bianco e fatelo evaporare. Salate, pepate e ponete l’arista in una teglia e cuocete in forno statico preriscaldato a 200°, secondo ripiano dal basso, per 50 minuti.

Girate ogni tanto l’arista, bagnando la carne con alcuni cucchiai con il fondo di cottura. Per verificare se la carne è cotta infilzate uno stecchino al centro, toglietelo e pressate la carne attorno al buco. Se il liquido che esce è trasparente l’arista è cotta. Se è rosato dovete cuocerla ancora un po’.

A questo punto toglietela dal forno e lasciatela riposare per dieci minuti prima di tagliare l’arrosto a fette. Servite l’arista al forno con un contorno di verdure oppure patate saltate in padella.

Gustate questo fantastico piatto dalle origini antiche!

 

 

TAG: Ricette

Condividi su