Eliminare i prodotti in plastica senza dover rinunciare alla comodità del monouso. È questa la sfida che Todis lancia ai suoi clienti, proponendo di sostituire l’usa e getta in plastica con alternative “green” biodegradabili e compostabili.
In questo modo si calcola di togliere dal mercato circa 450 milioni di unità tra piatti, bicchieri e posate in plastica che corrispondono
a quasi 2.000 tonnellate annue.

Con questa scelta radicale, che coinvolge l’intera rete vendita, si vuole anticipare di due anni il recepimento della Direttiva Europea sul tema della plastica monouso. Ecco perché Todis ha selezionato per tutti i suoi clienti una linea di prodotti in fibra vegetale compostabile di alta qualità e con un packaging interamente riciclabile, il tutto realizzato da aziende made in Italy.

I clienti Todis possono già trovare sugli scaffali le stoviglie monouso in PLA 100%, ovvero in Acido Polilattico di nuova generazione e di alta qualità. Si tratta di un materiale derivato dalla trasformazione degli zuccheri presenti in mais, barbabietola, canna da zucchero e altre sostanze naturali e rinnovabili che non hanno nulla a che fare con il petrolio.

Condividi su