Supermercati Todis – Media Room – Rassegna Stampa

Media Room

GDO Week – Todis approda nel cuore di Roma

Approda nel centro della Capitale l’insegna Todis con un’apertura in via di Capo le Case, tra Piazza Barberini e Piazza di Spagna, estesa su un’area di circa 200 mq. Il punto di vendita Todis Rione Colonna di Pac2000A Conad è stato pensato per ottimizzare al massimo l’esperienza d’acquisto di residenti, lavoratori e turisti e di valorizzare ulteriormente il concetto di spesa di prossimità.

Continua a leggere >

Food – Todis, strategia monomarca

Quando si parla di marca del distributore, non si può non rivolgere l’attenzione a un’insegna della Gdo che ne ha fatto il suo punto di forza, aggiungendolo a quello della prossimità. Con più di 250 punti vendita distribuiti nel Centro e Sud Italia e un fatturato di circa 875 milioni di euro alle casse (il dato si riferisce al 2020, e per il 2021 si stima un giro d’affari analogo), Todis approccia il mercato prettamente, se non esclusivamente, con la marca privata – dichiara Francesco Iuculano, Direttore Commerciale di Todis-.

Continua a leggere >

ItaliaFruit News – Todis rivoluziona la prossimità

La prossimità ha una nuova dimensione, fatta di cura dei dettagli, prodotti di qualità e un alto livello di servizio. Con il format Todis Rione, l’insegna italiana controllata dalla cooperativa PAC2000A Conad fa una passo verso una distribuzione più smart e strizza l’occhio alle soluzioni più comode per il consumatore con un rilievo particolare all’offerta dei freschissimi.

Continua a leggere >

Lino Banfi lancia il “GrembiuLino”, la ricetta che conquista i social di Todis

Lino Banfi sempre più sotto i riflettori in questa estate italiana: dopo le dediche arrivate dagli azzurri all’indomani della vittoria a Euro 2021, ecco giungere il momento polemica: il tormentone “porca put***na”, con forte accento barese, legato a un recente spot, legato al mondo della telefonia, che ha visto l’attore nelle vesti di testimonial, non è piaciuto al Movimento Italiano Genitori, con conseguente denuncia all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria e al Comitato TV Minori.

Continua a leggere >

La IV gamma torna in pista

L’emergenza sanitaria ancora in corso ha messo alla prova il comparto, che ha registrato delle perdite; oggi però, con la ripartenza delle attività, i dati confermano una certa ripresa.
Il 2020 è stato un anno difficile per la IV gamma, che ha chiuso con un -7%a valore (814 milioni di euro) e
un -4,5% a volume (fonte: Nielsen). Le premesse per il 2021 sono però incoraggianti. In controtendenza è anche il dato 2020 di Todis: qui la IV gamma ha registrato un +5% rispetto al 2019.

Continua a leggere >

 

Il digitale utile che aiuta nel fisico

L’introduzione a livello di test, dei chioschi multimediali per la gestione dei pagamenti extra spesa all’interno di store è l’occasione per fare il punto sulla strategia di trasformazione digitale di Todis, l’insegna di proprietà di Pac 2000A(Conad), con una rete di circa 260 pdv nel centro sud Italia, che si fonda principalmente su un assortimento composto da private label, circa il 60%, ma con un’attenzione alla gestione dei reparti freschi e freschissimi simile a quello di un supermercato tradizionale, “non a caso ci definiscono il Decathlon dell’alimentare, dice Massimo Lucentini, managing director di Todis.

Continua a leggere >

Il totem digitale per i pagamenti

L’introduzione, a livello di test, dei chioschi multimediali per la gestione dei pagamenti extra spesa all’interno di due punti di vendita è l’occasione per fare il punto sulla strategia di trasformazione digitale di Todis, l’insegna “soft discount” con circa 260 punti di vendita nel centro sud Italia, appartenente al mondo Conad, che si fonda principalmente su un assortimento composto da private label, circa il 60%, ma con un’attenzione alla gestione dei reparti freschi e freschissimi simile a quello di un supermercato tradizionale, “non a caso ci definiscono il Decathlon dell’alimentare”, dice Massimo Lucentini, managing director di Todis.

Continua a leggere >

Il totem per i pagamenti, un passo nella trasformazione digitale di Todis

L’introduzione, a livello di test, dei chioschi multimediali per la gestione dei pagamenti extra spesa all’interno di due punti di vendita è l’occasione per fare il punto sulla strategia di trasformazione digitale di Todis, l’insegna “soft discount” con circa 260 punti di vendita nel centro sud Italia, appartenente al mondo Conad, che si fonda principalmente su un assortimento composto da private label, circa il 60%, ma con un’attenzione alla gestione dei reparti freschi e freschissimi simile a quello di un supermercato tradizionale, “non a caso ci definiscono il Decathlon dell’alimentare”, dice Massimo Lucentini, managing director di Todis.

Continua a leggere >