Come tornare in forma dopo l’estate? La fine delle vacanze segna l’inizio dei buoni propositi. Tra questi spicca la voglia di recuperare il proprio peso forma. L’autunno è la stagione ideale per tornare a uno stile di vita più equilibrato e buttare giù qualche chilo di troppo. Bastano un pizzico di buon senso e pochi semplici accorgimenti per dimagrire e depurarsi senza troppa fatica, scongiurando le diete fai da te. Il consiglio di massima è di non prescindere mai dal parere di dietologi e nutrizionisti, gli unici in grado di fornire un piano alimentare tagliato su misura delle proprie esigenze.

Un buon punto di partenza può essere quello di controllare la propria alimentazione, per aiutare il corpo a riprendersi. Non si tratta di regimi miracolosi o rinunce difficili, ma di una breve dieta depurativa per liberare il nostro organismo dalle tossine e rimetterlo in sesto in modo naturale e sicuro! Abbiamo raccolto alcuni piccoli consigli che ti aiuteranno a drenarti e tornare in forma.

L’importanza di detossificare l’organismo

Dopo un periodo di eccessi alimentari, depurare e disintossicare l’organismo diventa una necessità. In natura troviamo una vasta gamma di alimenti e di erbe dall’efficace potere depurante. Per depurare l’organismo la prima regola è bere molto, almeno 2 litri di acqua al giorno (anche tisane o tè verde).

Nell’alimentazione quotidiana preferire una dieta ricca di fibre e di cibi ricchi di acqua, vitamine e antiossidanti. Non consumare cibi fritti. La carne andrebbe assunta con moderazione (preferendo quella bianca alla rosse). Consumare il pesce, cotto al vapore o al forno (preferendo il pesce azzurro che è ricco di omega 3) e i vegetali, facendo attenzione ai condimenti. Fare anche uso di legumi e cereali (preferendo quelli integrali) e le verdure in foglia.

Il consumo regolare di spezie ed erbe aromatiche, come ad esempio origano, cannella, cumino, zenzero, finocchio, pepe nero, rosmarino e curcuma, può favorire i processi di depurazione dell’organismo. Le fibre, contenute nella frutta, nelle verdura e nei legumi, aiutano anche la pulizia dell’intestino. Le crucifere (come per esempio cavolfiore, cavolo, verza, cavolini di Bruxelles, broccoli, cime di rapa) ricche di vitamine e di composti fitochimici disintossicano dalle tossine in generale; mentre le verdure a foglie verdi, come lattuga, sedano, spinaci cicoria e bieta, andrebbero introdotte nella dieta giornaliera perché ricche di clorofilla, vitamine, minerali e perché ci aiutano a liberarci dai metalli pesanti, dagli inquinanti e dalle tossine.

Cibi alleati della linea

frutta per dieta detox

Rimettere in moto l’organismo concedendosi un po’ di tempo per se stessi non è sufficiente per bruciare i chili in eccesso. Dopo gli strappi alle regole e gli spuntini fuori orario che hanno scandito le vacanze, abbiamo bisogno di mettere ordine nelle abitudini alimentari.

Il momento da valorizzare è la colazione, che deve essere sana e bilanciata per affrontare la giornata. Ci sono tante alternative al classico cappuccino e brioche, a partire dai cereali integrali come il farro soffiato e da bicchiere di latte parzialmente scremato o dallo yogurt. La colazione è il momento perfetto per una porzione di frutta stagione accompagnata da un paio di fette biscottate integrali con un velo di  marmellata.

Pere, mele, uva e more possono essere le tue prime scelte. Le pere aiutano a combattere i liquidi in eccesso e sono ricche di potassio. Si tratta di un frutto disponibile tutto l’anno, ma le pere settembrine sono le più saporite.

Per il pranzo e la cena le verdure di stagione sono l’irrinunciabile cibo jolly per rimettersi in forma. Lasciamo dunque che i nostri piatti si colorino con barbabietole rosse, biete, broccoli, carote, cavolo verza, cicoria, cipolle, finocchi, peperoni, zucchine e tutto ciò che l’orto autunnale ha da offrirci.

I broccoli in particolare hanno proprietà disintossicanti e agiscono soprattutto sul fegato perché i composti dello zolfo presenti in questa verdura favoriscono la depurazione delle nostre cellule epatiche.

Un piccolo trucchetto per abbassare l’apporto calorico giornaliero è sostituire, laddove possibile, l’olio d’oliva con condimenti più light come il limone o l’aceto balsamico.

In tema di buone abitudini spicca quella di concedersi alla sera una tisana rilassante o depurativa che aiuta, tra le altre cose, ad integrare la giusta quantità di acqua al giorno.

Quali cibi e abitudini evitare

Seguire una dieta sana e povera di grassi è l’unico modo per dimagrire in modo graduale. Attenzione, dunque, alle diete drastiche che promettono effetti miracolosi in tempi record: il rischio è recuperare con altrettanta velocità i chili persi.

Saltare i pasti è l’errore più comune che si commette quando si vuole perdere peso. La fame non fa altro che rallentare il metabolismo, ben venga l’abitudine di inframezzare la colazione, il pranzo e la cena con degli snack leggeri, primi fra tutti la frutta (fresca o secca) o delle gallette di mais.

Rinuncia alle bevande gassate e zuccherate, elimina l’alcool: queste tipologie di bevande non fanno bene al nostro organismo. Possono causare gonfiore, ma soprattutto contengono una gran quantità di calorie. A maggior ragione mettile da parte se contengono caffeina.

Abbandona per un po’ i dolci e i cibi ricchi di grassi saturi. Cerca di prediligere alimenti freschi e leggeri, che non appesantiscano il tuo organismo. Per condire i tuoi piatti scegli solo prodotti di qualità, come un filo di uno dei nostri Oli Extravergine di Oliva: hai tante varietà tra cui scegliere per donare gusto anche alle ricette più semplici.

L’ultimo consiglio è di non essere troppo severi con se stessi e darsi del tempo per metabolizzare i cambiamenti. Se le vostre abitudini alimentari sono agli antipodi di uno stile sano e leggero, potete cominciare con piccole cose, per esempio riducendo le porzioni per poi passare gradualmente a sostituire i cibi ipercalorici con alimenti nutrienti e dietetici.

Tornare in forma passo dopo passo

dieta detox

Le abitudini sedentarie che affliggono molti italiani fanno sottovalutare gli effetti straordinari delle passeggiate quotidiane. Eppure, dicono gli esperti, camminare a passo sostenuto per una ventina di minuti al giorno (percorrendo cioè circa tre chilometri) è un’ottima attività aerobica che consente di bruciare grassi senza ridurre la massa muscolare. Per far sì che la camminata sia efficace non è importante il tempo impiegato ma piuttosto l’intensità del passo. Si consiglia di iniziare a ritmo lento per scaldare i muscoli e incrementare man mano la velocità, magari percorrendo qualche strada in salita. Oltre ad essere a costo zero le camminate sono adatte anche a chi è fortemente in sovrappeso e, se svolte correttamente, non hanno particolari controindicazioni

 

TAG: Benessere

Condividi su