Oggi più che mai la questione ambientale è molto sentita. In questo contesto, diventa importante avere una casa che rispecchi i valori dell’ecosostenibilità. Un fattore che gioca un ruolo importante è la gestione dei rifiuti: in molti casi, al posto di diventare semplice spazzatura, carta, plastica o vetro possono essere riciclati in modo migliore, trasformandosi in oggetti utili sia in chiave ecologica, sia per la nostra abitazione.

Come fare dunque a rendere la casa ecosostenibile, riciclando i rifiuti?

La plastica

Bottiglie, barattoli, scatolette e gli altri contenitori di plastica sono tra i rifiuti più comuni all’interno delle nostre case. In questo caso diventa molto utile riutilizzarli, le possibilità sono molteplici: possono diventare delle borracce da riempire con acqua di rubinetto o degli appositi distributori, oppure dei recipienti dove inserire buste o alimenti di vario genere. Questo permetterà di ridurre gli sprechi e fare buon uso di ciò che altrimenti andrebbe buttato.

Inoltre, è buona pratica utilizzare prodotti realizzati con plastica riciclata e biodegradabili, per ridurre l’impatto ambientale di questi materiali.
Per quanto riguarda piatti e posate, esistono molti prodotti plastic-free, biodegrabili e compostabili, per non rinunciare alla comodità del monouso ma restando in ottica “green”.

La carta

Particolarmente comuni sono le scatole di cartone. Le troviamo quando acquistiamo scarpe, cereali, e tanto altro. Allo stesso modo, anche fogli di carta, di giornale, le buste e gli scatoloni delle spedizioni sono un rifiuto sempre presente. Come accade per la plastica, vi sono molte alternative per evitare di produrre rifiuti e rendere la casa maggiormente ecosostenibile. Innanzitutto, scatole e scatoloni possono essere riutilizzati quando si ha la necessità di effettuare spedizioni e traslochi, avendo quindi possibilità di riciclarli moltissime volte. Possono inoltre essere utilizzati come contenitori per la raccolta differenziata, in modo da evitare di utilizzare altra carta.

I sacchetti di carta possono essere usati, qualora siano puliti, come contenitori per pane, patate, cipolle ed aglio. Per quanto riguarda le scatole di cereali, possono essere ritagliate e rivestite da carta regalo avanzata per diventare dei pratici recipienti dove contenere penne, cartelline e tanto altro, o in alternativa possono essere posti sulla scrivania o nei cassetti per dividere e far ordine. Fogli di carta, riviste e giornali… anche in questo caso esistono tante possibili applicazioni: dall’utilizzarli per incartare regali, fino a renderli dei sottobicchieri colorati.

I tappi

Tra bottiglie di plastica, birra e vino, i tappi riescono a moltiplicarsi molto velocemente, ma anche in questo caso non mancano idee per renderli utili. Quelli di plastica e metallo possono infatti diventare dei piccoli contenitori per foto, candele o trasformarsi in magneti da attaccare al frigo.

Per quanto riguarda i tappi di sughero, ci sono moltissime possibilità: si possono realizzare sottopentole, segnaposto, etichette, tappetini da bagno oppure usarli come imbottitura per spedire, al posto del polistirolo.

Queste sono solo alcune delle possibilità per riciclare i propri rifiuti e rendere la casa ecosostenibile, le alternative sono tantissime. Come si può facilmente notare, con un po’ di impegno si può ridurre l’impatto ambientale. Inoltre, attraverso questi accorgimenti, si rende anche possibile risparmiare sull’acquisto di oggetti e utensili per la casa!

Condividi su